LEATHERIQUE RESTORATION PRODUCTS LTD.

“Simply The Best Since 1968”

 

 

La Pelle: Cura e Nutrimento.

“Miti e Leggende”

 

 

Il racconto dettagliato del deterioramento della pelle!

 

 

Tuttu i diritti riservati ©Copyright 1965

Fords, NJ

di George Pavlisko e Ty Peck

 

 

Indice

 

SULLA PELLE....................................................................

1

DIVISIONE E COLORIMENTO DELLA PELLE........................

3

COLORIMENTO DELLA SUPERFICIE DELLA PELLE...............

4

TINTE.............................................................................

5

QUALITÀ DELLA PELLE.....................................................

7

PERCHÈ LA PELLE SI DANNEGGIA?...................................

7

BUONA PELLE E MALA PELLE............................................

8

COSA SI DEVE FARE PER LA MANUTENZIONE DELLA PELLE

...... 9

VECCHIO E NUOVO

  • Pulire e condizionare la pelle...................................

 

9

IL PROCESSO COMPLETO DI RESTAURO E RITINTEGGIATURA DELLA PELLE

I° PASSO: Condizionamento e pulizia

II° PASSO: Preparazione

III° PASSO: Riparazione e riempimento delle screpolature

IV° PASSO: Ritinteggiatura della pelle

               Applicazione di Leatherique Professionale DYE con l’ausilio del

               pennello, dello spray e dell’aciugamano

FINITURA FINALE

RESTAURO VINILITE

 

 

 

 

 

 

SULLA PELLE o perché si danneggia la pelle

 

Pelle autentica...Solo la parola in sè invoca immagini e fantasie sull’opulenza: “Il Re dei Materiali – Marchio di Lusso” – l’inconfondibile aroma fragrante derivante dal processo individuale di concia, dalla flessibilità e dalla sensualità, tutto questo ci incita i sensi. La pelle autentica non può essere imitata e non ha nessun sostituto per la forza, la durabilità e il restauro. Perché la pelle è un prodotto naturale, che un volta è vissuto e adesso non si può curare da solo, ha bisogno di sostentamento, come la nostra pelle. Una cura corretta aiuterà la pelle a restare come nuova per più generazioni.

 

I nostri antenati dagli inizi hanno imparato che la pelle di altri animali offre protezione contro i rudimenti, assicura calore e dura per molto tempo. Ci sono molte opinioni e specialisti per quanto riguarda gli interessanti modi di approccio di questo materiale di tappezzeria “ORIGINALE”.

 

SULLA PELLE

La pelle è veramente estremamente durevole e recuperabile. Quando Robert Ballard ha scoperto il relitto del Titanico, tra gli artefatti che sono stati recuperati intatti c’erano anche zaini, scarpe e portafogli in pelle. La pelle di cui erano fatti i portafogli ha persino contribuito alla conservazione delle monete intatte all’interno. Sono stati utilizzati molti metodi per curare e conservare la pelle, secondo il clima e la regione, utilizzando anche grassi animali, oli vegetali, minerali, persino fumo per seccare e colorire la pelle.

 

Il tannino ha costituito il progresso per quanto riguarda il processo di conciatura della pelle, perfezionato dagli Egizi nell’antichità e utilizzato da loro anche per il processo di imbalsamatura. Il processo si basa sul fatto che il tannino, un ingrediente amaro trovato nella vegetazione, combinato con le proteine della pelle, forma un composto chimico resistente alla putrefazione. I liquori e gli estratti di cicuta e ghianda sono utilizzati più di qualsiasi altri prodotti di conciatura.

 

Prima della rivoluzione industriale, la gente aveva una vita basata sull’agricoltura o sulle fattorie, dunque la conciatura della pelle era un’industria rurale svolta dalle famiglie o dall’arte dei mercanti. Fino all’inizio del XIX-esimo secolo, la rivoluzione industriale ha rivoluzionato la conciatura e in tal modo sono state costituite delle piccole concerie. La famosa conceria Connoly Leather Tannery è comparsa in questo periodo, come anche la Wimbledon Co, la quale è nel top delle concerie da oltre 130 anni e ha dato eleganza non solo a famosi marchi di autovetture come Rolls-Royce, Bentley, Jaguar e Ferrari, ma ha messo anche le basi delle distinte seggiole rosse e verdi nell’ambito della British House, House of Lords e nell’ambito di altri alberghi lussuosi di tutto il mondo. Il loro processo di conciatura incorpora metodi naturali di conciatura con estratti di scorza dell’albero e frutta secca dell’albero di myrobalan per insufflare alla pelle l’inebriante fragranza per cui quelli della Connoly sono tanto famosi. La distruzione di tante torme in Gran Bretagna durante la malattia della mucca matta ha determinato la fine di questa distinta conceria di qualità. Per maggiori informazioni cercate sul nostro sito l’articolo scritto da Krysti Pavlisko (moglie del figlio del creatore Leatherique Restoration Products) nel 1995.

 

L’industria commerciale della pelle è aumentata, la pelle c’è in abbondanza, e la domanda è diventata sempre maggiore.

 

Per preparare le pelli per la conciatura, esse sono sparse di sale o inserite in salamoia poco tempo dopa la morte degli animali. Tale processo protegge la pelle dalla disidratazione e inoltre alcune batterie sono distrutte. Tuttavia il processo di salatura non conserva la pelle all’infinito, quindi esse sono imballate in pacchi e inviate verso le concerie.

 

Il processo di conciatura comincia con la pulitura intensa delle pelli. Esse vengono messe in bacinelle piene d’acqua pulita e fredda da un giorno fino a 7 giorni, in modo che il sale si sciolga, lo sporco scompare e la pelle diventa vellutata.

 

Dopo la sciaquata delle pelli per rimuovere i residui di sporco rimasti, sono inserite in una macchina speciale, formata da coltelli a chiocciola collocati in un cilindro girante su un pernio, per rimuovere i resti di carne che potrebbero rimanere sulla parte staccata dalla carne. Tale macchina lascia una superficie liscia; qualsiasi residuo di carne rimasto è rimosso con un coltello.

 

Di seguito, per allontanare il pelo, le pelli sono di nuovo inserite in bacinelle contenenti questa volta dei chimici per indebolire lo strato di pelle in cui ci sono le radici in modo che i peli possano essere rimossi più facilmente.

 

Dopo un periodo di due fino a sette giorni, le pelli sono inserite nella macchina di rimozione dei peli, simile alla macchina di scarnatura utilizzata nelle costruzioni, tranne che i bordi dei coltelli sono smussati. Il processo di spremitura dei coltelli smussati praticamente rimuove tutto il pelo dalle radici. Nel caso restino ancora dei peli, essi vengono rimossi manualmente.

 

Per eliminare i chimici utilizzati nel processo di rimozione dei peli, le pelli sono sottoposte ad una nuova bagnatura, formata da estratti di ghiandole pancreatiche e composti di ammoniaca. Tale processo scioglie certe proteine, rendendo la pelle morbida e malleabile.

 

 

 

SEZIONAMENTO E COLORIMENTO DELLA PELLE

Prima che le pelli vengano tinte con il colore desiderato, esse sono di solito sezionate da una macchina, in strati di varie misure. Viene chiamato “Top Grain” il primo strato della pelle, come anche il nome lo suppone. Gli strati successivi vengono chiamati “Split Grain” o “staccamenti della carne”. Tali strati dovrebbero essere catalogati quali strati di pelle fine, ma durante gli ultimi anni tali strati sono stati rotolati con l’ausilio delle presse per creare ornamenti e finiture che assomiglino al modello originale della pelle o persino che imitino il primo strato di altri animali come per esempio le lucertole esotiche.

 

I primi strati più grossi di pelle vengono utilizzati per la tappezzeria (specialmente per le autovetture) e gli strati più sottili vengono utilizzati per i mobili e gli indumenti da vestire dove serve una “mano” più leggera.

 

Se le pelli sono colorite dappertutto, l’operazione preliminare di colorimento avviene in tamburi o in rulli. Le pelli sono impregnate di tinte naturali o sintetiche. Quando la pelle viene colorita sull’intera superficie della sua grossezza, il processo è noto col nome di “bacinella tinta” – anche se non serve bagnatura in una bacinella. Di solito essa passa tramite una serie di rulli applicanti una tinta anilina (in base all’alcol). Tali colori sono alquanto limitati anche se, di solito, tali “bacinelle tinte” alla fine vengono ricoperte sulla superficie.

 

Quando le pelli gocciolate – umide sono tirate fuori dai rulli, prima vengono messe nelle macchine che torcono gran parte dell’umidezza, poi sono messe negli essicatoi.

 

La maggioranza delle concerie utilizzano trasportori che trasportano le pelli nelle camere da essicare dove la temperatura e l’umidezza sono regolate con cura. Dopo l’essicazione, le pelli diventano di nuovo rigide e devono essere bagnate con oli in una macchina che lo fa. Tale processo è chiamato “ungimento della pelle”. Raddrizza e rende più molli le fibre di pelle e permette che essa possa essere stesa ed essicata ancora una volta senza irrigidimento che la renda inutilizzabile.

 

COLORIMENTO DELLA SUPERFICIE DELLA PELLE

Non tutti i tipi di pelle vengono tinti nelle bacinelle, però quasi tutte le pelli sono ricoperte alla superficie. Questo avviene per proteggere la superficie e per offrire una vita prolungata alla pelle. Persino un granello di sabbia che penetra nelle fibre naturali della pelle può crearci un buco. Le pelli che non hanno le superficie ricoperte con una finitura di colore vengono incerate per creare una finitura protettiva dall’aspetto molto più naturale. Le soluzioni contenenti caseina o resina sintetica sono applicate sulla superficie della pelle tramite gli spruzzanti o le macchine da condire, in cui una spazzola girevole applica la soluzione finale sulla superficie della pelle.

 

Il polish avviene con le macchine da levigare e da lustrare in cui i cilindri di frizione in vetro o metallo comprimono la superficie.

 

Le macchine da stirare, come quelle che ritroviamo nelle lavanderie, sono a volte utilizzate per questo; in altri casi, le macchine maneggiate dalla pressione idraulica offrono il lustro desiderato.

 

Questo interminabile e complicato processo trasforma la pelle degli animali in uno dei più durevoli materiali al mondo. Usi infiniti, includendo bagagli, abbigliamento, tappezzerie e interni d’auto, sono tutti intensificati sia dal valore che dall’aspetto che rendono le parole “pelle autentica”. Però per mantenere sia la bellezza che la durabilità, la pelle ha bisogno di pulitura e condizionamento regolato.

 

ANCORA UNA COSA SUI COLORANTI...

Prima della seconda guerra mondiale, la maggioranza dei prodotti in pelle erano rifiniti tramite un processo di spruzzamento della lacca sulla superficie. I colori erano scuri e limitati nel numero. Di solito tali colori si attenuavano subito e si ossidavano in sfumature sgradevoli. Tali superfici laccate erano grosse e durevoli e restavano spesso intatte. Tuttavia la pelle continuava a rimanere secca e rigida. Proprio per mantenere e restaurare le autovetture comparse prima della seconda guerra mondiale, è stato sviluppato il processo Leatherique da George Pavlisko, un avido collezionista e restauratore di autovetture prima della guerra, insieme al suo amico chimista, Ty Peck.

 

Fino alla fine degli anni 1980 si è saputo che il processo di conciatura coinvolge una lacca formata da nitrato di cellulosio danneggiante per l’ambiente circostante. Molti processi sono stati intentati per l’inquinamento dell’ambiente circostante, motivo per cui l’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente Circostante ha chiesto alle concerie di modificare i processi di finitura della pelle.

 

Se la Sua auto è prodotta prima del 1990 e sono state utilizzate lacche con nitrato di cellulosio per tingere la pelle, ecco cosa può succedere con la superficie: le lacche contenenti nitrato di cellulosio sono coloranti friabili, di solito utilizzati per la superficie in metallo dell’autovettura. Gli agenti elastici o plastificanti sono stati aggiunti per impedire la screpolatura. I coloranti per la pelle hanno bisogno di una quantità superiore di agenti elastici per in più di flessibilità. Si trattava di una bilancia delicata che doveva essere mantenuta. Anche se l’aggiunta di agenti elastici ha aumentato la flessibilità delle lacche, la loro durabilità è diminuita. La superficie è diventata quindi più esposta al logorio e all’abrasione e la vera adesione delle lacche sulla pelle è stata diminuita. Indeboliva dove veniva piegata e alla fine si strappava. Visto che tali colori erano di solito spruzzati sulle superfici, col tempo hanno cominciato a usarsi di meno fino a non applicarsi più. Lo strato reale della lacca era estremamente sottile. Strati più grossi di lacca applicata creerebbero una perdita della flessibilità e bloccherebbero l’abilità della pelle di “respirare”.

 

Gli agenti elastici erano inoltre instabili; essi hanno subito una modifica chimica e sono migrati nell’atmosfera – o, più semplicemente, sono scomparsi. Ciò che restava ancora sulla superficie della pelle era un rivestimento rigido, fragile e non poroso ciò che per sè stesso era abbastanza dannoso. Tuttavia di seguito ha limitato l’abilità della pelle di piegarsi e di respirare e ha persino accelerato il processo di deterioramento. Una volta cominciato, tale processo di invecchiamento è progredito sempre più velocemente.

 

Se la pelle vecchia non è mantenuta come dovuto, una curvatura inattesa si può trasformare in una screpolatura come una vecchia piegatura o come un cartone essicato. È noto che le vecchie seggiole si possono distrurre o possono acquisire un buco quando sono compresse o ci si sta sopra.

 

Inoltre ci sono anche altre cose che possono succedere alla pelle. Ricordate quegli oli aggiunti durante il processo di ungimento della pelle? Eh bene, anch’essi migrano. Le fibre onnidirezionali una volta paffute e flessibili, diventano sempre più deboli e più rigide. Invece di essere flessibili e stendersi quando vengono utilizzate, le fibre diventano rigide e compatte e tendono a rompersi quando sono stese. Come quando un pezzo di metallo è piegato ripetutamente nello stesso posto, la sua struttura indebolisce e il metallo si rompe. Lo stesso processo accade anche con tali pieghe della pelle; alla fine la pelle indebolisce nelle rispettive zone flessionate. Invece di una superficie crepata, avremo una vera fenditura nella pelle. Senza una cura adatta, e secondo il clima, l’immagazzinaggio e il logorio, tale processo di danneggiamento può avvenire anche in due anni.

 

LA QUALITÀ DELLA PELLE

Sotto il calore micidiale del sole d’estate o nei venti gelidi d’inverno, il bestiame è esposto alle forze della natura. Non sono danneggianti, ma solo sviluppano “una pelle più grossa”. Esposta al filo spinato, ai cespi, alle spazzole, alle punture degli insetti, punte dalle corna del bestiame, la pelle sviluppa “cicatrici naturali”. Mentre certa gente senza conoscenze sulla produzione reale della pelle compromette le differenze tra la pelle americana contro la pelle europea, dall’esperienza fondata su tre generazioni di perizia della pelle, possiamo confermare che la pelle ha universalmente la stessa struttura molecolare. La pelle di qualità può provenire dal bestiame del Nord America, dalle regioni gelide del Canada, dal sud canicolare degli USA o dai bufali d’India. Può essere confezionata dai serpenti trascinanti o da quelli nuotanti, dagli struzzi o dai cuccioli di capra. In certi posti del mondo la conciatura avviene ancora con l’ausilio di alcuni processi antichi, però tali pelli sono utilizzate principalmente per souvenir per i turisti e oggetti strani.

 

La maggioranza delle pelli fabbricate in tutto il mondo dal 1990 sono rifinite con involucri di polimeri per la pelle e vinilite che non diventano mai rigidi o fragili e resistono abbastanza a lungo al logorio. Tale tecnologia che usa come elemento attivo il polimero è stata sviluppata sin dall’inizio da George Pavlisko e Ty Peck nel 1960.

 

La comprensione della pelle e la sua cura adatta hanno reso i prodotti professionali per il restauro della pelle Leatherique il più famoso esperto al mondo per la cura della pelle, finitura della pelle e la sua manutenzione. La nostra premessa è stata semplice, creare rivestimenti che siano durevoli, che permettano alla pelle di respirare, però anche con tali rivestimenti la pelle degli strati inferiori si essicherà alla fine se non è mantenuta periodicamente. La nostra lezione più importante a questo punto è realizzare che la pelle è vissuta una volta su un animale, è un materiale organico che adesso non è più capace di produrre per sè stessa ciò di cui ha bisogno per mantenersi in uno stato come nuovo.

 

La pelle è diventata un materiale tanto bramato a causa della sua bellezza naturale e individuale, a causa della sua lussuosa tessitura e dei sensi che ti desta quando la tocchi, e a causa della suacaratteristica confortevole di essere capace di respirare regolarmente qualsiasi siano le temperature tramite cui passa.

 

PERCHÈ SI DANNEGGIA LA PELLE

Valutiamo che la pelle sia l’epiderma esterna protettiva di un animale, trattata per prevenire la scomposizione, bagnata, capovolta, essicata, unta con oli, tinta, essicata di nuovo, bagnata e colorita.

 

La struttura spongiosa naturale delle fibre di pelle è onnidirezionale – non ha una direzione esatta o qualche prototipo. Essa si può estendere in tutte le direzioni senza un certo senso di orientamento e senza deformarsi. Col tempo l’estensione naturale e l’elasticità che la pelle aveva una volta diminuisce. Il rivestimento  superficiale, stando sopra le fibre di pelle che diventano sempre meno paffute, sviluppano screpolature tipo ragnatela onnidirezionale – non ancora visibili per l’occhio libero.

 

La flessione e l’estensione ripetuta determina alla fine la sfogliatura in vari zone della tinta e poi alla fine il colore naturale della pelle comincia a intravvedersi. Di solito questa sembra una screpolatura della pelle. Tuttavia non lo è; è soltanto l’assenza del colorante sulla superficie, esso andando in direzioni diverse. Inoltre nei pezzi di tappezzeria come per esempio autovetture o mobili, molti materiali si comportano come la sabbia o la carta. Vari materiali fregando ripetutamente la pelle, il tempo, il calore, i raggi UV del sole, consumano ed essicano la pelle, rendendola meno resistente. Visto che la pelle è fibrosa, assorbe qualsiasi cosa ne venisse in contatto. L’abbigliamento di colore scuro può trasferire la tinta sulle zone più chiare della pelle. La tinta delle cinture, delle giacche o delle borse in pelle si può trasferire inoltre nella pelle fibrosa. Questo è un altro motivo per mantenere la pelle nutrita con un balsamo creato per essere assorbito dalla pelle, non solo per restarci sulla superficie.

 

I colori più scuri svelano il colore più chiaro della pelle al di sotto, e con la pelle tinta in colori più chiari succede lo stesso, salvo che perdendo la protezione di uno strato di colore resistente, la pelle esposta attira il fango e gli oli e presto si sporcherà e sembrerà una screpolatura scura. Ecco qual è il vantaggio delle pelli essicate nella bacinella: il colore al di sotto del rivestimento superficiale, anche se non è proprio dello stesso colore, è un colore abbastanza vicino in modo che tali “screpolature” non siano così evidenti – ma di seguito dannosi.

 

Il mito della manutenzione della pelle

VECCHIO E NUOVO

Le pelli sono, ognuna, distinte e diverse. Possiamo guardarle come un’arte e possiamo apprezzarle come apprezziamo il marmo naturale, il granito o il legno fino. Visto che la pelle è stata una volta un organismo vivo, dev’essere mantenuta ugualmente a qualsiasi organismo vivo. Come i prodotti quale olio di limone può essere buono per il legno, l’olio e l’acqua sono i nemici della pelle. I prodotti basati sull’olio tendono a collocarsi sulla superficie della pelle e mentre creano una superficie temporaneamente brillante che ti fa sentire di esser riuscito a creare qualcosa, puoi così danneggiare la pelle. Gli oli possono essere assorbiti tramite un processo simile alla cucitura, ciò che determina il suo deterioramento, inoltre l’olio concentrato comprende molecole che sono più dense e più pesanti che le fibre fine comprese dalla pelle, ciò che determina la separazione di queste ultime. Troppa acqua è altrettanto dannosa per la pelle, esempi essendo i nostri clienti che per errore hanno lasciato i finestrini o il tetto apribile aperti e sono rimasti quindi con una pelle screpolata. Il nostro prodotto, Leather Rejuvenator è una mescolanza scientifica di proteine specifiche alla pelle e collageni che sono veramente assorbiti dalle fibre di pelle per nutrirle, arrotondirle e restaurare la estensioni di stendimento. Non include oli minerali (derivanti dal petrolio), oli vegetali, silicio o cera che colmi i pori della pelle e la impedisca a respirare. Il motivo per cui utilizziamo la pelle fina per la nostra tappezzeria è perché respira, si conforma e si adatta velocemente alla temperatura del corpo.

 

Non tutti i balsami sono uguali. Infatti uno dei più noti brand comprende circa 90% acqua mescolata con petrolio e profumo artificiale. Applicato sulla superficie della pelle, sembra di assobirsi velocemente, ma infatti soltanto l’acqua superficiale si evapora lasciandoci soltanto uno strato sottile d’olio che fa sembrare la superficie liscia e temporaneamente lucida. I prodotti basati sul silicio sono tra i più dannosi per la pelle. Il silicio si impregna nella pelle, penetranto nei pori delle fibre e rendendo la pelle rigida. Il silicio determina inoltre nel tempo un “annebbiamento” dei finestrini e delle impugnature degli sportelli, rendendole così molto difficili da pulire. Il sapone per la sella è troppo abrasivo per poter essere utilizzato sulla pelle. È stato creato per pulire il sudore e le macchie di fango impregnate nella pelle. Per quanto riguarda le pelli rifinite, esso cancella il colore superficiale e inoltre essica la pelle.

 

PULITURA E CONDIZIONAMENTO DELLA PELLE

Per pulire e condizionare la pelle nuova o vecchia...

È il dovere dei saponi e degli spolveratori emulsionare lo sporco. La maggioranza lo fanno molto bene. Tuttavia sulla pelle, visto che si tratta di un materiale poroso, il fango emulsificato sarà assorbito indietro nelle fibre della pelle, facendo la pelle sembrare sbiadita, mancando il suo lustro originale. (Alcuni liquidi da pulitura sono molto forti e tendono a strappare se non sono applicati in una concentrazione idonea).

 

Il primo passo per la pulitura iniziale della nuova pelle o della pelle che pulisci come dovuto per la prima volta, è di masseggiarci uno strato sottile di Rejuvenator Oil. Puoi utilizzare le mani per renderti conto meglio quale parte della pelle è più essicata. La parte frontale del ponte è una zona spesso trascurata quando si prende cura dell’interno. Quindi cominciare il massaggio con la parte frontale del ponte fino alla sua estremità, masseggiare anche al di sotto del sedile. Poi masseggiare con Rejuvenator i sedili anteriori, cominciando dall’alto in basso, prestare attenzione alle zone degli omeri, esse essendo esposte al sole.

 

Permettere a Rejuvenator di sistemarsi e di essere assorbito dalla pelle, per alcune ore in una giornata di sole o durante la notte. Il calore determina le fibre di pelle a rilassarsi e a bere insaziabilmente le proteine e i collageni. Parcheggiare la macchina in un posto assolato e chiudere i finestrini per creare un effetto serra, in modo che Rejuvenator penetri completamente nella pelle.

 

Una volta le fibre bagnate, per la loro natura, elimineranno tutto lo sporco e le impurità verso la superficie. Applicare poi Prestine Clean con un pezzo di materiale morbido, un asciugamano o una spugna, e pulire leggermente la superficie. Per una tappezzeria vecchia da più di due anni, proseguire con un altro strato di Rejuvenator, lasciatelo penetrare nelle fibre. Le pelli più vecchie, più grosse, come Conolly che si trova su Rolls-Royce, Bentley, Jaguar, Ferrari, Lamborghini, Aston Martin o le pelli europee di qualità come quelle di Mercedes, BMW, Saab, Volvo, Citroen o altre macchine europee, hanno bisogno di tre o più strati. Anche se è contro i prodotti commerciali condizionare prima, una volta eseguito tale processo, sarete stupiti dalla differenza. E quando ci pensi, ti rendi conto che ha una perfetta logica. Tenete presente che dovete prendervi cura della tappezzeria in pelle come vi prendete cura della propria pelle.

 

Dopo i primi 6 mesi d’uso, la pelle della tappezzeria comincia a perdere i suoi oli naturali. Questo succede specialmente nei posti traforati o dove la pelle è piegata e intessuta. Tali punti nel rivestimento superficiale rappresentano aree di “liberazioni” naturali dove la pelle comincia a perdere le sue sostanze conservatrici e che rendono la lisciatura. Questa è inoltre l’area dove Rejuvenator entra prima nella pelle e poi migra sotto la superficie rifinita.

 

Potete concludere con uno strato sottile di Rejuvenator masseggiato sulla pelle, permetteteli di assorbirsi, poi pulire per una finitura naturale.

 

MANUTENZIONE

Se la pelle è sana, la manutenzione è molto più leggera e più breve come tempo. Nei climi più caldi, dove c’è tanto sole, per le autovetture con pelle più grossa, si applica uno strato sottile di Rejuvenator 3-4 volte all’anno, poi si applica Prestine Clean. Utilizzare Prestine Clean ogni volta che spolverate o cosmetizzate la macchina. Prestine Clean può essere utilizzato per tutto l’interno, vinilite, plastica, pvc. Ci sono molte compagnie che si occupano con la tinteggiatura dei finestrini che consigliano ai loro clienti di utilizzare Prestine Clean per le guarnizioni dei finestrini, per conservarle malleabili e per prolungarle la vita. Prestine Clean è inoltre perfetto per curare i paraurti esterni delle autovetture e per mantenere i pneumatici malleabili e sani, senza avere quell’aspetto falso di bombolone glassato ottenuto tramite l’applicazione del silicone sui pneumatici. Nei climi temperati, per le macchine più nuove, ripetere tale trattamento 2 fino a 4 volte all’anno.

 

Mobili in pelle e tappezzeria

Come abbiamo imparato, tutti i tipi di pelle hanno la stessa struttura molecolare. Nel tempo i metodi di conciatura e quelli di colorimento possono essere diversi, la manutenzione è simile. Desideri mantenere la pelle ben nutrita, paffuta e sana per poter respirare e mantenersi pulita. Visto che i mobili in pelle non sono tanto esposti ai cambiamenti della temperatura, masseggiare Rejuvenator Oil sulla superficie, due volte all’anno, lasciarlo essere assorbito dalla pelle durante la notte, poi pulire leggermente con uno straccio morbido con Prestine Clean. Utilizzare Prestine Clean ogni volta che spolverate i mobili. Insistere sulle zone orientate verso la finestra o esposte direttamente al sole. I raggi UV essicano la pelle e possono scolorire i mobili e i tappetti. Se i mobili in pelle si scoloriscono, o se le impugnature o le zone per sedersi sono diventate sciupate o graffiate, la loro superficie può essere facilmente rifinita. Le zone leggermente danneggiate possono essere tinte con un pezzo di materiale, un processo molto semplice. I colori possono essere inoltre intensificati o alterati per adattarsi all’ambiente. Una delle cose più belle relative alla pelle è la polivalenza, la durabilità e la leggerezza con cui può essere ritinta.

 

FINITURA E RICOLORIMENTO COMPLETO DELLA PELLE

Come abbiamo visto, è normale per la superficie colorita di qualsiasi oggetto in pelle consumarsi. Questo succede soprattutto quando si tratta delle macchine sportive con la guardia al suolo molto bassa come Ferrari, Porsche, Corvette, Jaguar e le macchine con performanza dello stesso tipo. L’abrasione naturale del materiale contro la superficie rifinita, consuma il colore, specialmente sul cuscino dell’autista. Anche le impugnature e i braccioli sono zone che si consumano velocemente. Nelle SUV e nei camion il logorio avviene tramite il voltamento ripetuto delle protezioni di frizione nella salita in macchina. Si capisce che tali sedili devono essere condizionati man mano che si consumano. Quando la superficie colorita scompare e la pelle spongiosa è svelata, si scortica e si consuma velocemente.

 

Se l’oggetto in pelle è tanto consumato che svela una rottura o un buco, potete andare presso un’azienda di tappezzeria e sostituire soltanto il pezzo estremamente consumato, perché la tinteggiatura la può fare anche Lei molto semplicemente.

 

Una nuova tappezzeria costa tanto e con una manutenzione adatta, incluso il condizionamento e la pulitura, nonché la manutenzione del colore superficiale, la pelle può essere come nuova fino alla fina della vita dell’oggetto in pelle. Di solito i coloranti sulla superficie della pelle si danneggiano più velocemente che la pelle stessa e la soluzione per la miglior protezione è mantenere la finitura intatta.

 

I° PASSO: PULITURA E MANUTENZIONE DELLA PELLE CON REJUVENATOR E PRESTINE CLEAN

Cominciare sempre con una pelle ben condizionata e pulita. Nel momento in cui lavori con la pelle, essa dev’essere in uno stato più vicino possibile al suo stato originale. Tenete presente che il restauro della pelle rivaleggia con l’ultimo passo del processo originale di finitura della pelle. Il primo passo è il più importante e non dev’essere trascurato. Seguono i passi per il condizionamento.

 

II° PASSO: ELIMINAZIONE DEL LUSTRO DELLA SUPERFICIE

Avrete bisogno di Leatherique Super Prepping Agent, un secchio da 10 lt, carta abrasiva da 400 a 600 (carta smerigliata), opzionale: una lacca sottile di qualità per le macchine prodotte prima del 1991.

 

2A: In un capitolo precedente abbiamo parlato dei vari processi di finitura della pelle. Se la Sua macchina è prodotta prima del 1991 dovrebbe utilizzare una lacca sottile premium. Utilizzate la miglior lacca che trovate, per eliminare i residui chimici che possono contaminare la nuova pelle o la nuova finitura. Applicare la lacca con un asciugamano morbido di carta. Tenete presente che la lacca sulla superficie è soltanto un rivestimento sottile e può rimuoversi facilmente. Prestate attenzione quando lavorate accanto alle cuciture per non assottigliare il filo. Inoltre prestate attenzione a non irruvidire la superficie e creare un aspetto di pelle fina. Se eseguite un restauro completo di un progetto più vecchio, vorrete riapplicare uno strato generoso di Leather Rejuvenator a tal punto sulla pelle. Visto che il lustro superficiale è stato eliminato, Rejuvenator sarà assorbito più velocemente dalla pelle per nutrirla e per prepararla al prossimo passo.

 

2B: Questo passo si applica per le macchine prodotte dopo il 1991, macchine molto compatibili con i nostri nuovi prodotti di finitura Leatherique, prodotti basati su co-polimeri e acqua. Versare Leatherique Prepping Agent in un secchio o una scodella profonda non infiammabile e protettiva per l’ambiente circostante. Bagnare la carta smergliata nella rispettiva soluzione e pulire la superficie. Eliminerete soltanto il lustro superficiale. Asciugare con asciugamani morbidi o asciugamani di carta. Lasciare la pelle essicarsi per almeno 24 o 48 ore in condizioni di umidezza. Se i bordi hanno bisogno di essere cuciti di nuovo, adesso sarebbe il momento di farlo. A tal punto la pelle dovrebbe essere facile da pungere, pieghevole e dovrebbe sentirsi stupendo. Sembrerà opaca e non rifinita.

 

III° PASSO: RIPARAZIONE O RIEMPIMENTO DELLE SCREPOLATURE

Se la pelle sembra in un buono stato adesso che il colore è stato eliminato, probabilmente non serve più riempire le screpolature. Le screpolature presenti nel colore superficiale sono state minimizzate dalla carta smergliata umida e Rejuvenator ha levigato la pelle. Leatherique Professional Leather Dye creerà una nuova finitura originale. Se al tocco si sentono ancora delle screpolature o cicatrici, applicare Leatherique Crack Filler. Utilizzando uno stecchino con le punte appiattite o il bordo di un biglietto da visita o una spatola in plastica per la tinteggiatura sottile, applicare il crack filler sulla screpolatura. Leatherique Crack Filler penetrerà fino al più basso livello della screpolatura, riempendola e penetrando tutte le fibre per prevenire la sua futura screpolatura. Riempire quanto necessario, permettendo alla soluzione di asciugarsi prima del riempimento. Prestare attenzione a non macchiare la superficie della pelle con la soluzione perché essa tenderà a cancellare il colore della pelle. Se la pelle è tagliata o se la screpolatura è profonda e sembre che stesse per rompersi, raccomandiamo una riparazione meccanica. Rinforzare di nuovo la rottura con un pezzo al di sotto della rottura. Tagliare un pezzo di pelle o vinilite, superiore alla rottura che dovete riparare. Utilizzare uno stecchino per inserire il pezzo nella screpolatura. Poi, utilizzando uno stecchino attaccare il pezzo con l’ausilio di un adesivo che non brucia la pelle. O potete rimuovere la tappezzeria e attaccarne il pezzo al di sotto. Se la rottura è severa o ci sono più rotture, raccomandiamo di ricorrere ad una tappezzeria locale che sostituisca il pannello. La maggioranza dei negozi richiederanno da 25$ fino a 35$ perché utilizzeranno la loro pelle per riparare la Vostra tappezzeria rotta. In tal caso potrete preparare e tingere il pezzo nello stesso colore che il resto dell’interno. Nel caso delle zone molto consumate, come per esempio il cuscino del sedile dell’autista, la riparazione è la più importante.

 

Una volta la riparazione meccanica eseguita, utilizzare Leatherique Crack Filler per riempire le cicatrici risultanti, e quando si essica smergliare se necessario.

 

IV° PASSO: RICOLORIMENTO DELLA PELLE

Dopo l’essicazione completa della pelle, segue il prossimo passo. È importante accentuare che la pelle non dev’essere umida perché Leatherique Professional Leather Dye deve penetrare nella pelle per formare un buon collegamento. Se la pelle non è asciuta, l’umidezza della pelle impedirà il prodotto ad incollarsi idoneamente. NON pulire né asciugare con nessun tipo di lacca perché questo indebolirà e tormenterà ogni Leatherique Crack Filler.

 

COME APPLICARE LEATHERIQUE PROFESSIONAL LEATHER DYE – SPAZZOLATURA, SPRUZZAMENTO, ASCIUGATURA

Una volta la superficie essicata e pulita con uno straccio morbido per assicurarsi che la superficie non contiene tracce di polvere o di contaminazione, cominciare il processo di ricolorimento. Raccomandiamo un pennello morbido, utilizzati dagli artisti per le pitture con acrile. I peli naturali tendono a non essere uniformi e quindi possono strappare la pelle. Evitare i pennelli a prezzi bassi che possono lasciarci fibre sgraziate. Non raccomandiamo le spazzole con spugna perché tendono a lasciare bolle nella tinta. Cominciare con una zona più occulta per vedere come apparirà.

Leatherique Dye può essere reso meno sottile con acqua distillata se è troppo grosso. Alcuni strati più sottili sembrano più naturali che uno strato molto grosso.

 

Dopo l’asciugatura al tocco del primo strato (circa 15-20 minuti) si può applicare un secondo strato. Se necessario, applicare un terzo strato o insistere dove il colore non sembra uguale. Suggeriamo di attendere durante la notte se servono altri strati.

 

Il secondo (o il terzo) strato sottile ricoprirà in modo eccellente con il colore e risulterà in una quantità minima di colorante superficiale. Questo eviterà l’aspetto di vinilite tinta come fanno tante soluzioni spruzzanti in base a solvento.

 

SPRUZZAMENTO

Quando spruzzate, utilizzate uno spruzzante angusto e la pressione dell’aria dev’essere di circa 1.7 bar. Applicare uno strato sottile e permettergli di penetrare la pelle mentre si asciuga. Proseguire con il secondo e il terzo strato. Alcuni strati più sottili sembreranno più naturali che un solo stratto grosso. Un’applicazione densa può avere come risultato piccoli stagni di sostanza intorno alle cuciture e sembrerà artificiale.

 

NOTA: Se spruzzate un colore rosso, dovete spruzzare il primo strato “asciuto” e costruire il rivestimento di colore con i prossimi strati asciuti. In conformità all’EPA, la composizione chimica del rosso è cambiata nel tempo e non è così forte come gli anni passati. Il rosso ha bisogno di più strati per perfezionare la tinteggiatura. Inoltre non raccomandiamo l’uso di un rosso brillante come opzione per il cambio del colore. Il rosso più scuro è accettabile per cambiare il colore.

 

TINTEGGIATURA TRAMITE LA “STROFINATURA”

Un altro metodo per applicare Leatherique Professional Dye, metodo perfezionato e diffuso da uno dei nostri clienti con Ferrari chiamato Mike Charness all’inizio degli anni ’90, è una tecnica chiamata tinteggiatura tramite la “strofinatura”. Tale tecnica utilizza una tela o un pezzo di materiale forato del tipo tenda. Questo tipo di applicazione utilizza la frizione per masseggiare Leatherique Professional Dye sulla superficie della pelle. Tale metodo è inoltre utilizzato dalla gente che espone le macchine a concorsi o showroom, per avere sempre una finitura perfetta. Ricordate che è normale che le impugnature degli sportelli, i braccioli e i sedili degli autisti si consumino. Con tale tecnica si possono ritoccare le zone consumate ogni volta che sia necessario.

 

FINITURA E GUARIGIONE

Quando la pelle è estremamente secca, lustrare leggermente con uno straccio morbido per eliminare qualsiasi pigmento rimasto sulla superficie e per ridare la sua brillantezza naturale. Leatherique Professional Dye contiene una cera speciale che rimuove persino lo sporco molto resistente.

 

Leatherique Professional Dye si asciuga al tocco (in circa 20 minuti). Lasciare la superficie guarire per circa 48 ore. La nuova superficie sarà completamente guarita in circa 4 settimane.

 

Visto che avete “veramente” ricondizionato la pelle e l’avete portata in un altro stato completamente diverso nel momento in cui avete cominciato il processo Leatherique, non ci sarà più bisogno del ricondizionamento per 9-12 mesi d’ora in poi. Utilizzare Prestine Clean e uno straccio morbido per la pulitura e lo spolveramento durante la fase di manutenzione. Prestine Clean è sia un pulitore che un balsamo.

 

RIFINITURA DELLA VINILITE, DELLA PLASTICA e di altri componenti dell’interno d’auto

A differenza della pelle, la quale è un prodotto organico naturale, la vinilite e altri imitanti sono composti chimici che il più delle volte includono petrolio. Impregnate con plastificanti, restano di solito malleabili per un tempo maggiore. Dopo lunghi periodi di tempo, le viniliti e la plastica vecchia possono essere levigate con Vaseline Petroleum Jelly. Tale metodo è molto buono per le linette  in vinilite. Masseggiare semplicemente Petroleum Jelly sulla vinilite, permettergli di appannarsi nella macchina parcheggiata al sole, con i finestrini chiusi e poi lustrare con uno straccio morbido. Se la superficie presenta rotture, screpolature o buchi, si può riparare come la pelle e può essere rifinita. Se la rottura si trova sul sedile dell’autista, raccomandiamo la sostituzione della tappezzeria e poi la tinteggiatura con Leatherique Professional Dye.

 

Quando ritingete la vinilite, per i migliori risultati, utilizzare lo stesso colore come quello della finitura iniziale. Non garantiamo cambi riusciti quando il colore permanente c’è sull’intera superficie del materiale.

 

Utilizzare SUPER PREPPING AGENT e una carta smergliata per pulire la superficie della vinilite. Permettergli di asciugarsi, poi spruzzare o pulire con Leatherique Professional Dye. (L’uso di una lacca o di qualsiasi altro solvente forte per pulire la vinilite NON è raccomandato. Questi prodotti da pulizia tendono a sciogliersi o a “struggere” la superficie, lasciandola appiccicosa e difficile da lavorarci.)

 

Quando spruzzate, utilizzate una pressione dell’aria da 1,7 bar, uno spruzzante angusto e spruzzare un primo strato umido completo. Se necessario, quando si asciuga, applicare uno o più strati per una buona copertura del colore. Sciaquare l’attrezzatura con acqua calda e sapone.

 

ALTRE INFORMAZIONI

Se il Suo interno non è proprio esemplare, ci chiami e saremo lieti di aiutarLa con Rejuvenator Oil, Prestine Clean o con istruzioni e prodotti per rifinire il Suo interno.

 

La pelle è un prodotto molto durevole ed è sopravvissuto a una lunga catena di richieste nel tempo. Se Lei è disposto a concedere alla pelle lo stesso amore e cura e a utilizzare lo stesso tipo di prodotti naturali che utilizza anche per la propria pelle, i Suoi oggetti in pelle resteranno valori apprezzati per molte generazioni.

 

Se ha delle domande, commenti o applicazioni speciali che avrebbero bisogno di maggiori informazioni, La preghiamo di contattarci, siamo qui per aiutarLa!

 

LEATHERIQUE USA:

 

Leatherique Professional Leather Restoration Products

“Simply the Best Since 1968”

The original Leather Restoration Company, often imitated, never duplicate

We ship world wide

106 Englewood Rd

Aiken, SC 29803

www.Leatherique.com

Technical assistance@Leatherique.com - 24 hours a day 7 days a week

Toll Free – 877-395-3366 EST M-F 8-6

 

Email:          office@leatherique.it

                  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

This Web Page Created with PageBreeze Free HTML Editor